mercoledì 31 dicembre 2014

Anno nuovo e diagnosi prentale


Oggi è l'ultimo giorno del 2014.
Che anno è stato per voi? Siete contente di voltare, seppur simbolicamente, pagina?

Se penso ai primi mesi di questo anno, penso alle tante speranze... alle delusioni e ai molti pianti.
Ma penso anche al momento di svolta.
Alle vacanze desiderate e godute fino all'ultimo momento.
E alle nuove aspettative quando abbiamo cambiato centro e ricominciato tutto da capo...
...con il cuore denso di speranza.
Questo per noi è stato l'anno in cui il nostro Puntino ha deciso di rimanere con noi.
In cui finalmente, ho visto due linee su un test di gravidanza...e sui 10 altri che sono seguiti ;)

Ora sono alla 7 settimana. Due giorni fa la seconda eco, abbiamo visto e sentito il suo cuoricino.
Un'emozione indescrivibile! alla quale ho reagito mummificando il mio viso...
tanto che la gine mi ha chiesto due volte "ma... lo senteeee??"
che figura ;)
E' stato bello, ma avrei voluto chiedere di zoomare un po' di più! eeh vabbè troppo presto ancora.
Dopo questa parte idilliaca, è arrivato il momento di parlare di cose impegnative: la diagnosi prenatale.
Questa cosa mi ha mandato in tilt.
Insomma una non fa nemmeno in tempo a rendersi conto che il suo puntino ha un cuoricino che parte il momento "tutte le malattie che può avere". Una mazzata insomma.
Lo so che è questo il momento per pensarci... però che cavolo!

Vabbè.
La gine, ci ha consigliato di fare i test di screening, prima di passare ad un eventuale villo.
- analisi del dna fetale (semplice prelievo del sangue da fare il 9 settimana) costo 800 eurini
- traslucenza nucale (ecografia) + analisi sangue  costo 260 eurini
Se questi due test, daranno una percentuale alta di trisomie, allora si passerebbe alle maniere forti.

"le percentuali sono queste blablabla...pensateci e ciao"
Ecco la mia gine non è proprio una che ama parlare eh...
 
Passano giorni di occhi a palla sul web a cercare ogni possibile info.
E la "question" drammatica in modalità Amleto, è presto emersa. 
Fare villocentesi direttamente con una percentuale di aborto di 1/100 (cioè tantissimo) o accontentarsi di questi test di screening, che certezze non ne danno e in più analizzano solo alcune trisomie (non tutto il cariotipo come la villo) ma che non mettono a rischio nemmeno un po' il nostro Puntino?

A parte i soldi da sborsare per questi esami (soprattutto il dna fetale) c'è il discorso certezze.
Cioè questi test non danno certezze. Non sono sicuri al 100%.
In più c'è il fatto che ho appena compiuto 39 anni. Anche se (lasciatemelo dire vah) 38 al momento del concepimento.

Insomma l'età c'è per non essere tranquille tranquille.
Ma la mia gine dice che lei non rischierebbe, ma la decisione è solo nostra.

Certo.
Prima di essere incinta, prima di Puntino pensavo che avrei fatto la villo, l'amnio e tutto quello che c'era in circolazione.
Ora non la penso più cosi.
Ora tutto è più difficile e il peso delle decisioni, maggiore.

Sono stati giorni difficili. Ma alla fine abbiamo preso la nostra decisione.
Faremo i due test di screening. Spenderemo quei benedetti 1000 euro e li faremo.
Poi se daranno un esito dubbio o nefasto faremo la villocentesi. Che mi sono già prenotata tramite SSN ma da un medico che è molto bravo.
Se invece l'esito sarà buono.... beh ci penseremo. Se ci basterà ci fermeremo li.
E incroceremo le dita forte.

Tanto niente e nessuno può davvero assicurarci nulla.
Nemmeno che Puntino resterà con noi di sua spontanea volontà per i prossimi mesi.
Ma insieme alle dita incorciate, ci speriamo con tutto il cuore.

Il nuovo anno in arrivo è carico di immagini nuove e sconosciute che vagano nella mia testa e lottano con la paura che ormai mi appartiene da anni, per emergere.

L'augurio che voglio fare a tutte voi amiche mie, e anche a me stessa, è questo sia un anno di consapevolezza sulle cose belle che abbiamo e che ci circondano....
...e che sia un meraviglioso 2015 per tutte!!!

Bia

mercoledì 17 dicembre 2014

Test di sfogo

Sono giorni strani questi...
giorni felici, giorni ansiosi, giorni in cui si sogna e ci si preoccupa.
Non credevo che sarei mai arrivata fin qui.


Mi sento davvero strana (e pure un po' pazza) sempre a fare discussioni tra me e me... ma che è vero vero? eh si... c'ho le prove... ma daiii... cacchio eh si! etc. etc.

MA, ovviamente c'è un MA grande.
Siamo solo all'inizio. Non bisogna andare troppo in alto con la felicità che poi ci si fa male.
Ovviamente non sono così brava e un po' in alto ci vado... vorrei godermi anche questi giorni e se poi andrà male... ci staremo male lo stesso. No? che dite voi?
Per contenere lo straripare delle emozioni, l'abbiamo detto solo ai genitori/fratelli e a 2 amiche super strettissime. Poi i nostri cani lo sanno, ma sembrano non capire ;)

Ho rifatto le beta venerdi scorso, poco più che raddoppiate, 204. Quindi bene!
La gine ora mi vuole vedere per l'ecografia sabato prossimo.
E fino ad allora Niente.Lei dice Niente, ma forse un altro dosaggio delle beta.. e chi ci riesce a stare senza notizie?

Quindi per ammazzare il tempo... faccio un po' di test.
Lo so, lo so... razionalmente non servono più a niente. Non hanno senso.
Lo so.
Ma una che sono anni che vede test negativi, avrà diritto di sfogarsi un pochino no?
eeeeedaaaiiiiii

Sabato all'ecografia sarò agitatissima.
Oggi sono a 5+1, quindi sabato sarò a 5+4 (credo)
Cosa mai si vedrà? 

Gli abbiamo dato un nome, lo chiamiamo Puntino.
La sera prima di dormire ci guardiamo l'ecografia che ci hanno dato durante il transfer, dove si vedeva quel puntino luminoso... era lui, il nostro embrioncino.

Speriamo che Puntino resti con noi.

un abbraccio
Bia*



mercoledì 10 dicembre 2014

Good news...maybe

E' passato un po' di tempo.. lo so.
Ma il tempo è relativo, si sa e questo tempo per me è stato lunghissimo e insieme cortissimo.
Tantissime cose sono successe nel frattempo e tantissime volte ho pensato di scrivere per dirvi cosa stavo passando... ma questa volta le cose sono andate diversamente da tutte le altre... compreso la (non) condivisione. Una piccola forzatura che mi sono imposta.. per scaramanzia..per stanchezza (di dare sempre notizie negative)... non so.
Ma andiamo con ordine perchè altrimenti non capite nulla ;)
Facciamo che partiamo dalla fine??

Sono incinta.
Mi fa stranissimo scriverlo.
Mi verrebbe da aggiungere un forse... cioè: sono incinta, forse.
Ma il test di gravidanza è positivo e oggi ho ritirato le beta e sono 93 ui che per il giorno in cui mi trovo 15 po mi dicono, va bene.

I piedi sono ben ancorati a terra. Dopo tante batoste... però ogni tanto il sorriso emerge.
Amiche mie.... non mi viene nemmeno una vignetta!!!! sono troppo in tilt.

Comunque dicevamo? ah si, di andare con ordine. Un ordine inverso ;)
Vi ho già comunicato la super notizia fresca fresca, vedremo se i prossimi giorni continueranno ad essere buoni oppure no... intanto crediamoci.

Vi ho lasciate tempo fa, che brancolavo nel buio.
1_dopo 6 stimolazioni mi ero convinta di avere dei problemi io.
2_dopo aver abbandonato il centro di Milano non sapevamo a che santo votarci, soprattutto se prendere davvero in considerazione di usare il crioconservato un po' malandato che avevamo.
Il punto 1 me l'ha chiarito una meravigliosa ginecologa che ho "incontrato" finlamente nel mio cammino. Grazie ad una amica di pma che me l'ha consigliata... senza di lei non ci sarei mai andata.
Ma il suo compenso e la lontananza da casa sono state il più bel investimento che potessi fare.
Mi ha rivoltato come un calzino.
Mi ha detto che i miei valori vanno benone e che sono state sbagliate le stimolazioni fatte... non io, insomma non ho niente che non va.
Insistere con stimolazioni cosi basse e soprattutto con un farmaco e un protocollo sempre uguale è stato diabolico (stupida io forse a rimenere lì insomma a fare da cavia :( ).
Lei mi ha seguita durante i monitoraggi.

Il punto 2, si è svolto contemporaneamente al punto 1.
La ricerca del centro si è ridotta presto a 2. Uno in austria, per l'attenzione ai protocolli e all'ottimo laboratorio; e uno a Madrid, per il laboratorio soprattutto e la possibilità di diagnosi pre impianto.

Ci siamo fatti due bei weekend :) e li abbiamo visitati entrambi.
Ma il centro in Austria è stato quello che ci ha preso il cuore.
Un po' a pelle ci è piaciuto di più... un po' perchè ci hanno prospettato un'opzione che ci eravamo già messi via: rifare una tese. Eh? dopo tutti questi fallimenti, eravamo esausti... ma piano piano ci hanno "risolto" ogni barriera che noi prontamente erigevamo.
Per loro si poteva tentare, e nel caso in cui non si trovava nulla c'era sempre il crioconservato un po' malandatino da usare.
E cosi abbiamo fatto.

Sono andata a Madrid che già avevo il protocollo per la stimolazione in mano e i farmaci nel frigo.
(ormai avevamo prenotato e non ce la sentivamo di non dare nemmeno un'occhiata)

Appena tornati, siamo partiti!!! Questo succedeva un mese fa....
Gli spermini sono stati trovati e non è stato necessario usare il crio "brutto".
Un protocollo diverso, che se volete in un secondo momento vi spiego, che mi ha regalato un pick up di 16 ovociti di cui 13 buoni per la fecondazione. Nessun iperstimolo.

16! io che ho fatto ben 4 stimolazioni stoppate e con pick in bianco. io.... 16. neeeeeeeeee
Non ci credevo. Per me solo questo è stato un successo.

Abbiamo deciso di fare il transfer di 1 solo. Perchè era bello e loro ci credevano.
Alcuni embrioncini ce l'hanno fatta ad essere idonei per la crioconservazione, perciò abbiamo anche dei fratellini nel freezer.

Che dire? Un risultato strabiliante.. al transfer continuavamano a ripetere alla biologa che un risultato cosi... noi.... mai avuto! e lei ci rispondeva con dei meravigliosi sorrisi.

Mi sono fatta pure una seduta di agopuntura, pre e post transfer.
Giusto per non farmi mancare nulla....

E poi..... ho resistito. A non parlare... a fare finta che tanto provavamo a Gennaio.
Alle mie 2 amiche con le quali mi sono sempre confidata, non ho detto nulla se non che avremmo provato piu avanti a Gennaio forse.

E ora sono qua, finlamente a vuotare il sacco. Finalmente a condividere gioie e dolori con voi.

Nessuno sa come andrà nei prossimi giorni.
Ma per ora, cerchiamo di crederci almeno un po',


un abbraccio
Bia*