mercoledì 31 dicembre 2014

Anno nuovo e diagnosi prentale


Oggi è l'ultimo giorno del 2014.
Che anno è stato per voi? Siete contente di voltare, seppur simbolicamente, pagina?

Se penso ai primi mesi di questo anno, penso alle tante speranze... alle delusioni e ai molti pianti.
Ma penso anche al momento di svolta.
Alle vacanze desiderate e godute fino all'ultimo momento.
E alle nuove aspettative quando abbiamo cambiato centro e ricominciato tutto da capo...
...con il cuore denso di speranza.
Questo per noi è stato l'anno in cui il nostro Puntino ha deciso di rimanere con noi.
In cui finalmente, ho visto due linee su un test di gravidanza...e sui 10 altri che sono seguiti ;)

Ora sono alla 7 settimana. Due giorni fa la seconda eco, abbiamo visto e sentito il suo cuoricino.
Un'emozione indescrivibile! alla quale ho reagito mummificando il mio viso...
tanto che la gine mi ha chiesto due volte "ma... lo senteeee??"
che figura ;)
E' stato bello, ma avrei voluto chiedere di zoomare un po' di più! eeh vabbè troppo presto ancora.
Dopo questa parte idilliaca, è arrivato il momento di parlare di cose impegnative: la diagnosi prenatale.
Questa cosa mi ha mandato in tilt.
Insomma una non fa nemmeno in tempo a rendersi conto che il suo puntino ha un cuoricino che parte il momento "tutte le malattie che può avere". Una mazzata insomma.
Lo so che è questo il momento per pensarci... però che cavolo!

Vabbè.
La gine, ci ha consigliato di fare i test di screening, prima di passare ad un eventuale villo.
- analisi del dna fetale (semplice prelievo del sangue da fare il 9 settimana) costo 800 eurini
- traslucenza nucale (ecografia) + analisi sangue  costo 260 eurini
Se questi due test, daranno una percentuale alta di trisomie, allora si passerebbe alle maniere forti.

"le percentuali sono queste blablabla...pensateci e ciao"
Ecco la mia gine non è proprio una che ama parlare eh...
 
Passano giorni di occhi a palla sul web a cercare ogni possibile info.
E la "question" drammatica in modalità Amleto, è presto emersa. 
Fare villocentesi direttamente con una percentuale di aborto di 1/100 (cioè tantissimo) o accontentarsi di questi test di screening, che certezze non ne danno e in più analizzano solo alcune trisomie (non tutto il cariotipo come la villo) ma che non mettono a rischio nemmeno un po' il nostro Puntino?

A parte i soldi da sborsare per questi esami (soprattutto il dna fetale) c'è il discorso certezze.
Cioè questi test non danno certezze. Non sono sicuri al 100%.
In più c'è il fatto che ho appena compiuto 39 anni. Anche se (lasciatemelo dire vah) 38 al momento del concepimento.

Insomma l'età c'è per non essere tranquille tranquille.
Ma la mia gine dice che lei non rischierebbe, ma la decisione è solo nostra.

Certo.
Prima di essere incinta, prima di Puntino pensavo che avrei fatto la villo, l'amnio e tutto quello che c'era in circolazione.
Ora non la penso più cosi.
Ora tutto è più difficile e il peso delle decisioni, maggiore.

Sono stati giorni difficili. Ma alla fine abbiamo preso la nostra decisione.
Faremo i due test di screening. Spenderemo quei benedetti 1000 euro e li faremo.
Poi se daranno un esito dubbio o nefasto faremo la villocentesi. Che mi sono già prenotata tramite SSN ma da un medico che è molto bravo.
Se invece l'esito sarà buono.... beh ci penseremo. Se ci basterà ci fermeremo li.
E incroceremo le dita forte.

Tanto niente e nessuno può davvero assicurarci nulla.
Nemmeno che Puntino resterà con noi di sua spontanea volontà per i prossimi mesi.
Ma insieme alle dita incorciate, ci speriamo con tutto il cuore.

Il nuovo anno in arrivo è carico di immagini nuove e sconosciute che vagano nella mia testa e lottano con la paura che ormai mi appartiene da anni, per emergere.

L'augurio che voglio fare a tutte voi amiche mie, e anche a me stessa, è questo sia un anno di consapevolezza sulle cose belle che abbiamo e che ci circondano....
...e che sia un meraviglioso 2015 per tutte!!!

Bia

mercoledì 17 dicembre 2014

Test di sfogo

Sono giorni strani questi...
giorni felici, giorni ansiosi, giorni in cui si sogna e ci si preoccupa.
Non credevo che sarei mai arrivata fin qui.


Mi sento davvero strana (e pure un po' pazza) sempre a fare discussioni tra me e me... ma che è vero vero? eh si... c'ho le prove... ma daiii... cacchio eh si! etc. etc.

MA, ovviamente c'è un MA grande.
Siamo solo all'inizio. Non bisogna andare troppo in alto con la felicità che poi ci si fa male.
Ovviamente non sono così brava e un po' in alto ci vado... vorrei godermi anche questi giorni e se poi andrà male... ci staremo male lo stesso. No? che dite voi?
Per contenere lo straripare delle emozioni, l'abbiamo detto solo ai genitori/fratelli e a 2 amiche super strettissime. Poi i nostri cani lo sanno, ma sembrano non capire ;)

Ho rifatto le beta venerdi scorso, poco più che raddoppiate, 204. Quindi bene!
La gine ora mi vuole vedere per l'ecografia sabato prossimo.
E fino ad allora Niente.Lei dice Niente, ma forse un altro dosaggio delle beta.. e chi ci riesce a stare senza notizie?

Quindi per ammazzare il tempo... faccio un po' di test.
Lo so, lo so... razionalmente non servono più a niente. Non hanno senso.
Lo so.
Ma una che sono anni che vede test negativi, avrà diritto di sfogarsi un pochino no?
eeeeedaaaiiiiii

Sabato all'ecografia sarò agitatissima.
Oggi sono a 5+1, quindi sabato sarò a 5+4 (credo)
Cosa mai si vedrà? 

Gli abbiamo dato un nome, lo chiamiamo Puntino.
La sera prima di dormire ci guardiamo l'ecografia che ci hanno dato durante il transfer, dove si vedeva quel puntino luminoso... era lui, il nostro embrioncino.

Speriamo che Puntino resti con noi.

un abbraccio
Bia*



mercoledì 10 dicembre 2014

Good news...maybe

E' passato un po' di tempo.. lo so.
Ma il tempo è relativo, si sa e questo tempo per me è stato lunghissimo e insieme cortissimo.
Tantissime cose sono successe nel frattempo e tantissime volte ho pensato di scrivere per dirvi cosa stavo passando... ma questa volta le cose sono andate diversamente da tutte le altre... compreso la (non) condivisione. Una piccola forzatura che mi sono imposta.. per scaramanzia..per stanchezza (di dare sempre notizie negative)... non so.
Ma andiamo con ordine perchè altrimenti non capite nulla ;)
Facciamo che partiamo dalla fine??

Sono incinta.
Mi fa stranissimo scriverlo.
Mi verrebbe da aggiungere un forse... cioè: sono incinta, forse.
Ma il test di gravidanza è positivo e oggi ho ritirato le beta e sono 93 ui che per il giorno in cui mi trovo 15 po mi dicono, va bene.

I piedi sono ben ancorati a terra. Dopo tante batoste... però ogni tanto il sorriso emerge.
Amiche mie.... non mi viene nemmeno una vignetta!!!! sono troppo in tilt.

Comunque dicevamo? ah si, di andare con ordine. Un ordine inverso ;)
Vi ho già comunicato la super notizia fresca fresca, vedremo se i prossimi giorni continueranno ad essere buoni oppure no... intanto crediamoci.

Vi ho lasciate tempo fa, che brancolavo nel buio.
1_dopo 6 stimolazioni mi ero convinta di avere dei problemi io.
2_dopo aver abbandonato il centro di Milano non sapevamo a che santo votarci, soprattutto se prendere davvero in considerazione di usare il crioconservato un po' malandato che avevamo.
Il punto 1 me l'ha chiarito una meravigliosa ginecologa che ho "incontrato" finlamente nel mio cammino. Grazie ad una amica di pma che me l'ha consigliata... senza di lei non ci sarei mai andata.
Ma il suo compenso e la lontananza da casa sono state il più bel investimento che potessi fare.
Mi ha rivoltato come un calzino.
Mi ha detto che i miei valori vanno benone e che sono state sbagliate le stimolazioni fatte... non io, insomma non ho niente che non va.
Insistere con stimolazioni cosi basse e soprattutto con un farmaco e un protocollo sempre uguale è stato diabolico (stupida io forse a rimenere lì insomma a fare da cavia :( ).
Lei mi ha seguita durante i monitoraggi.

Il punto 2, si è svolto contemporaneamente al punto 1.
La ricerca del centro si è ridotta presto a 2. Uno in austria, per l'attenzione ai protocolli e all'ottimo laboratorio; e uno a Madrid, per il laboratorio soprattutto e la possibilità di diagnosi pre impianto.

Ci siamo fatti due bei weekend :) e li abbiamo visitati entrambi.
Ma il centro in Austria è stato quello che ci ha preso il cuore.
Un po' a pelle ci è piaciuto di più... un po' perchè ci hanno prospettato un'opzione che ci eravamo già messi via: rifare una tese. Eh? dopo tutti questi fallimenti, eravamo esausti... ma piano piano ci hanno "risolto" ogni barriera che noi prontamente erigevamo.
Per loro si poteva tentare, e nel caso in cui non si trovava nulla c'era sempre il crioconservato un po' malandatino da usare.
E cosi abbiamo fatto.

Sono andata a Madrid che già avevo il protocollo per la stimolazione in mano e i farmaci nel frigo.
(ormai avevamo prenotato e non ce la sentivamo di non dare nemmeno un'occhiata)

Appena tornati, siamo partiti!!! Questo succedeva un mese fa....
Gli spermini sono stati trovati e non è stato necessario usare il crio "brutto".
Un protocollo diverso, che se volete in un secondo momento vi spiego, che mi ha regalato un pick up di 16 ovociti di cui 13 buoni per la fecondazione. Nessun iperstimolo.

16! io che ho fatto ben 4 stimolazioni stoppate e con pick in bianco. io.... 16. neeeeeeeeee
Non ci credevo. Per me solo questo è stato un successo.

Abbiamo deciso di fare il transfer di 1 solo. Perchè era bello e loro ci credevano.
Alcuni embrioncini ce l'hanno fatta ad essere idonei per la crioconservazione, perciò abbiamo anche dei fratellini nel freezer.

Che dire? Un risultato strabiliante.. al transfer continuavamano a ripetere alla biologa che un risultato cosi... noi.... mai avuto! e lei ci rispondeva con dei meravigliosi sorrisi.

Mi sono fatta pure una seduta di agopuntura, pre e post transfer.
Giusto per non farmi mancare nulla....

E poi..... ho resistito. A non parlare... a fare finta che tanto provavamo a Gennaio.
Alle mie 2 amiche con le quali mi sono sempre confidata, non ho detto nulla se non che avremmo provato piu avanti a Gennaio forse.

E ora sono qua, finlamente a vuotare il sacco. Finalmente a condividere gioie e dolori con voi.

Nessuno sa come andrà nei prossimi giorni.
Ma per ora, cerchiamo di crederci almeno un po',


un abbraccio
Bia*

lunedì 29 settembre 2014

La ricerca continua...

Ciao amiche,
è tanto che non scrivo perchè non sapevo che scrivere.

Sono nel turbine della ricerca, dello studio e delle decisioni. Ho fatto giorni con gli occhi a palla davanti al computer alla ricerca di informazioni, opinioni. Ma più leggevo più le idee si aggrovigliavano. Le opinioni sui centri a volte sono opposte! e lì vai in tilt.

Quali sono i criteri per la scelta di un centro? ogni giorno si aggiunge una voce e sono al limite della pazzia con tutti i se e i ma. Il fatto è che ho paura di sbagliare...

Ma piano piano la foschia si sta diradando e stiamo iniziando a vedere la strada davanti a noi. Non è per niente facile.

Ma intanto è un tripudio di "belle notizie"! Sono circondata da pancine, pancione e neonati.
E davvero sono felice per queste mie amiche, per le coppie di nostri amici che ci annunciano l'arrivo del secondo erede! sono felice di diventare ancora "zia".
Sto cercando di non farmi prendere dalla tristezza e dalla voglia di isolarmi. No! io ci voglio essere per questi bimbi e queste pance, continuare ad essere quella di sempre.. correre a comprare regalini come sempre (ormai posso dare consigli su cosa regalare, sono esperta) però a tutto c'è un limite...
Non chiedetemi di sentire più volte i vostri annunci e partecipare ripetutamente ai vari festeggiamenti, mettendomi in situazioni che mi fanno soffrire e sentire sempre diversa.

Fatemi usare il mio tempo libero per quelle cose che una donna ancora senza figli può fare! echecacchio!

Detto questo...nuove pance e nuovi bimbi, non vogliatemene ... vi lovvo,
... ma lovvo anche me ;)

Scusate lo sfogo.

Buon Lunedì
Bia*


lunedì 25 agosto 2014

MATRIOSKA IMPAZZITA come scegliere il centro giusto?

Questa è stata un'estate strana, non solo per il meteo pazzerello.
Dopo il tour-de-force dei mesi passati, mi sono finlamente rilassata, mi sono divertita, mi sono distratta.

Ma ora voglio concentrarmi e ripartire.
Il passato è passato, ora voglio guardare al futuro. 

Sto studiando i prossimi passi, cercando di districarmi in questa giungla di informazioni...
... ma quanto è difficile??
Mi sto un po' perdendo tra forum e siti vari che apro come una matrioska impazzita.

Non ho una linea preferenziale, non riesco ad avere una opinione ancora.
Vorrei dare ascolto al mio istinto, ma lui non dice ancora un cavolo!
Iuhhuuuuuùù istinto su fatti sentire!

In attesa che il mio sesto senso si affacci al balcone del mio cervello, non mi resta che informarmi, valutare le possibilità insieme alle difficoltà, facendo il bilancio pro e contro, valutando le risorse (economiche e non solo) a disposizione, il tempo, il lavoro, il centro migliore...
 

Ora metterò un po' carte sul tavolo,
se vi va di aiutarmi o di dirmi la vostra mi farà piacere. 

- con il centro di milano abbiamo chiuso. Basta, io lì non ci torno più.

- ci rimangono 10 pailettes crioconservate che non sono "geneticamente sicure", per le quali i vari esperti che abbiamo sentito, ci hanno dato pareri contrastanti. Di sicuro servirà una diagnosi pre impianto. Ma forse ci sono esami genetici di cui non sono nemmeno a conoscenza.

- non so se sia il caso di rimanere in Italia, o come ci aveva consigliato Mega gine, scegliere subito il centro più grande, nel paese più libero e con maggiori casistiche, la spagna.

L'idea che ho in testa in questo periodo è questa:
- cercare un centro che ci permetta di provare con questo seme, facendo le dovute analisi genetiche prima e anche dopo (pdg).
Non so molto sulla diagnosi genetica pre impianto, non so quali patologie può escludere, non so se quello che fanno in italia è uguale a quello che fanno all'estero o ci sono delle limitazioni in più.
Italia vs Estero?

- altra cosa, mi piacerebbe scegliere già il centro giusto, che non mi faccia perdere tempo. Un centro in cui se non dovesse andare bene con quel seme (se la pdg non dovesse dare esito positivo) sia pronto con il piano B (seme eterologo).
Per me questa è ancora una nota dolente. Non ci riesco ancora a pensarci in modo rilassato... forse non sono ancora convinta al 100%. Senz'altro sapere che possiamo ancora provare con quelle pailettes mi fa stare meglio, che si possa fare un combinato (omo e eter) mi fa stare meglio.

A tal proposito ho già preso un appuntamento con una psicologa che tratta proprio di pma. Sento che ne ho bisogno ed è un regalo che ho deciso di farmi.


Ho preso appuntamento anche con una ginecologa di Milano che mi hanno consigliato, per capire se ci sono cose che non vanno in me, che la Mega-gine magari non ha visto. Si chiama Dott.ssa G. Colombo.

Tirando le somme, sto cercando
- un centro che faccia diagnosi pre impianto adatta al nostro caso, o anche analisi genetiche approfondite sul crio che abbiamo.
- un centro che mi dia anche la possibilità di un eventuale combinato, o un piano B nel caso in cui quel seme non fosse ok.


Forse in Italia è tutto troppo incasinato ancora e senz'altro meno "libero" che in altri paesi.
Ma all'estero dove?
Meglio mettere come priorità un centro vicino? per me sarebbe la Svizzera o l'Austria
o meglio cercare il centro con più esperienza? tipo la Spagna
I prezzi non li ho ancora guardati, perchè per ora vorrei decidere senza quel pensiero, ma poi dovrò fare i conti anche con quello :(

Della Spagna mi spaventano molto alcuni giudizi negativi che ho sentito, che visto la mole di coppie, ti trattano in modo standard. E un protocollo standard proprio non lo vorrei... ne tantomento sentirmi un numero. Penso che a nessuno piaccia!

Come si fa a scegliere?????

Insomma care amiche, sono nel centro nevralgico del caos.


un abbraccio
Bia*

lunedì 4 agosto 2014

POSTumi

L'estate scorre con i suoi soliti ritmi, anche se quest'anno sembrano ritmi un po' autunnali... ma almeno il tempo ci aiuta nelle conversazioni difficili, quando appunto non si sa che cavolo dire.

Io sto abbastanza bene, scorro insieme a quest'estate, lasciandomi un po' trasportare.
I neuroni hanno cominciato a ripopolarsi nel mio cervello e qualche rotellina sta iniziando a girare, a pensare... a progettare.

Tutto è iniziato dopo un appuntamento importante.
Sono stata dalla Mega Gine.
Eh già, per l'ultima volta mi sono recata in quella sala d'attesa, mi sono seduta sul solito divanetto e ho guardato il solito poster sulla parete. Un bimbo nella pancia della mamma..
Mi sono sentita a disagio e fuori posto, impaziente di chiudere la faccenda ed uscire.

L'obiettivo principale era riprendermi le mie cartelle, con tutte le stimolazioni fatte, così da portarle nel prossimo centro dove andrò. E poi.. boh.. salutare? non lo so.
So che dovevo chiudere il cerchio.
Con me c'era anche il mio Amor, per fortuna non ho dovuto affrontare da sola questo momento, così stupidamente semplice all'apparenza.

Mega gine ci accoglie nel suo studio e ci da le 6 schede delle mie 6 stimolazioni.
Vederle lì impilate mi ha fatto effetto. Deglutisco.
Lei è stata molto carina, gentile dicendomi che ci sperava molto nell'ultima. Molto.
"E ora che farete?"
Degluitisco di nuovo.
Il mio caro maritino parte con illustrare i nostri propositi:
"...stiamo valutando un centro estero e di utilizzare il seme crioconservato prima della microtese..."

e con le relative domande, come questa a cui teneva molto (e pure io)
"non è che fare altre stimolazioni rappresenta un pericolo per la sua (cioè mia) salute?"

Secondo lei
1_no, la mia salute è a posto (!) perchè loro sono molto prudenti e mi hanno fatto sempre dosi basse e qualche altra stimoalzione ci sta
2_ ma non troppe, mica bisogna accanirsi
3_facciamo bene ad andare all'estero perchè dopo tutto anche se di tentativi ne abbiamo fatti 2, i fallimenti sono stati molti e quindi è giusto andare in un centro che possa offrire tutte le possibilità eterologa compresa, che qua in italia non siamo ancora attivati.
Ci ha parlato molto delle implicazioni psicologiche che tutti questi fallimenti portano con se, di non sottovalutarli assolutamente.

Saluti baci e abbracci.

Usciamo e non diciamo niente per un po'. Ma entrambi abbiamo un sorriso.
Perchè?
Ce lo siamo chiesti per tutto il viaggio in auto fino a casa.
Sono fallimenti quelli che abbiamo alle spalle.
Sono possibilità che sono svanite. Perchè abbiamo questo sorriso?
Credo che sia il chiudere comunque un capitolo doloroso. Un percorso che ormai vedevo senza prospettive e con poche speranze.

Ora le scelte davanti non sono molte.
Ma almeno si svolta e si cambia strada.

Da quel giorno la mia mente ha ricominciato piano piano a pensare al futuro.
Scorre insieme a quest'estate un po' matta.

Nel prossimo post forse avrò già fatto un po' di strada in più.

Ora vi lascio con una vignetta sui postumi che questo bel giro di stimolazioni hanno lasciato sul mio corpo (nutella & co.)


Buon lunedì!
Bia*




mercoledì 16 luglio 2014

Mente light

Sto cercando di capire come mi sento.
Abituata da anni ormai ad analizzarmi ad ascoltarmi...questo silenzio che sento nel mio cervello un po' mi preoccupa.
Già perchè al momento i miei neuroni tacciono.

Iuuhhuuuuuu!!!   c'è nessunoOOoooOooo???

Ok il piano A è fallito.
Ok ci sono voluti più di due anni per provarlo.
E ora?
Non ho un piano, un programma elaborato da seguire, una decisione da prendere..
Niente.
Al momento si sono fatti avanti i neuroni dell'adolescenza che vorrebbero andare ad Ibiza e chissenefregafanculotutto!!

Non mi riconosco.
Secondo il copione, dopo la caduta mi rialzo, spolvero via per bene i granellini di terra, mi pulisco e disinfetto le ferite, alzo lo sguardo (guerriero) e riparto.

Ma stavolta non riparto.

Forse sono caduta da un punto troppo in alto.
O forse mi trovo in un punto in cui rialzarsi è troppo difficile.

Ma non sono triste.
Mi sento bene, mi sento leggera.

Penso ai prossimi mesi, programmando... a che concerto andare!
Mi godo i weekend liberi dagli impegni con il mio Amore facendo giri in vespa noi due soli, uscendo con coppie di amici senza figli ma anche con figli... senza troppe para.

E va bene cosi.


So che ho bisogno di più tempo per rialzarmi stavolta, è necessario per la mia mente e il mio corpo. Ma so che di tempo non ne può passare troppo, non me lo perdonerei.

A Ibiza non vado, ma la mia mente lotta per essere un po' light e questa leggerezza forse tanto male non mi fa.

Vi lascio con una vignetta, chiaramente ironica, sulle conversazioni che qualche volte mi ritrovo ad avere con qualche amica-Super-mamma. E della difficoltà di parlare... un po' di tutto ecco ;)
Non me ne vogliano le amiche mamme!!
E' giusto per riderci un po' su (tanto per cambiare)

Buon mercoledì di luglio!

Bia*






venerdì 4 luglio 2014

La vita che vorrei

Qual'è la vita che vorrei? beh ovviamente vorrei essere mamma.
Ma cosa significhi essere mamma, questo ancora non lo so.
So che una volta raggiunto l'obiettivo non è proprio tutto rose e viole.. profumate aggiungerei.
Ma lo voglio lo stesso, ovvio.


Perchè dico questo? perchè in vacanza, noi facciamo sempre i piccioncini, ormai da anni!
E quest'anno più che mai mi sono messa ad osservare le famiglie, le mamme... quella misteriosa vita che non mi appartiene ma che vorrei tanto fosse presto la mia.

Lo so, immagino che sia dura. Ma mi chiedo, lo è anche per noi che lottiamo tanto per ottenere questo stato? o a noi ci cresce una specie di corazza corazzata?

Mamme all'ascolto dite la vostra!!

Comunque, una vignetta stupida sulle vacanze ci voleva no?
Eccola è tutta per voi!

Un meraviglioso weekend a tutte

vostra Bia*




lunedì 30 giugno 2014

Nel blu dipinto di blu

Ciao bellezze sono tornata.
Le vacanze sono proprio belle, le vacanze servono davvero.
Eh si devo dirvelo, non ci credevo... ma la banalità dell'ozio e del mare, il tutto in un bellissimo posto e con il proprio maritino... sì mi ha fatto bene!
Ho però quel sorriso beato di chi ha fatto una bella dormita e non ha ancora ben realizzato che l'aspetta una giornata dura.

Non abbiamo ancora parlato di niente.
Non abbiamo ancora deciso niente.
Non ho il coraggio di aprire quella porta (da film horror proprio) che ho chiuso e sprangato qualche settimana fa.

Ma intanto.. mi sono fatta tanti bei sogni;)






Ma ora dai, voglio solo dirvi che vi ho pensato e che correrò prima che subito a leggere tutti gli aggiornamenti.

Un abbraccio un po' salato e un po' abbronzato e tutte!
Bia*

mercoledì 11 giugno 2014

Risultato

Negativo.

Sono stata in silenzio, scusatemi.
Proprio non ce l'ho fatta, nè a scriverlo nè a dirlo.

Credevo di essere preparata, di avere lo scudo protettivo, invece no.
E' stata una botta dolorosissima.

Tutta questa fatica, la microtese, tutte quelle stimolazioni bloccate, le speranze, le ansie, i pianti... quasi 3 anni sono passati e 2 i tentativi fatti...
E ora? ora siamo daccapo.

Non so cosa faremo.
Le pailettes da microtese sono finite. FINITE.
Avremmo altro materiale, crioconservato prima delle chemio. ma è un casino... ve ne parlerò.


Ho paura che ci sia un game over all'orizzonte.
Ma forse è la tristezza che ho nel cuore a farmi vedere nero.

Non riesco ad affrontare questo dolore, non lo sto elaborando.
Lo schivo.
Lo taglio a pezzettini piccoli illudendomi di poterlo digerire meglio.

Ma sono qua con un groppo in gola che vi scrivo e forse un pezzetto è andato giù.


Sabato partiamo per una settimana di mare e relax.
Ci meritiamo questo regalo e ce lo siamo concessi.

Ora non riesco a trovare una strada per il futuro, ma vi chiedo di aspettarmi.. quando sarò pronta vi chiederò aiuto.

Grazie per i vostri pensieri,
un abbraccio Bia *

domenica 1 giugno 2014

Post transfer NO LIMITS

8 pt.

Al mattino quando mi sveglio è la prima cosa che faccio, contare a che giorno siamo dal transfer e quanto manca alle beta.

No, no, non ci sto pensando per niente.
No, no, non sono ansiosa e sempre con il pensiero lì.
Mi sto rilassando e godendo questo momento, in piena serenità karmica.
Ci credete molto vero? Ehhhhhh sì come no ;)

Lo ammetto, ho avuto anche momenti di relax e perdita momentanea della memoria. 
Grazie a qualche meravigliosa amica che mi ha fatto pensare ad altro, a qualche bel film e al sonno che soprattutto i primi giorni mi ha assorbito gran parte della giornata.

I primi giorni del pt sono stati pieni di doloretti, dovuti ai postumi del pick up. 
Mi faceva male un po' tutto e avevo un po' tutti i soliti sintomi. Quelli che non vogliono dire un bel niente ma che se ci sono ti rincuorano.

Mercoledì mattina, 4 pt faccio 2 fiale di fertipeptil.
Cosa nuova, la volta precedente non l'avevo fatto! Pare che aiuti l'impianto.
Il pomeriggio ho avuto un dolore alle ovaie molto intenso che mi ha fatto pensare all'iperstimolo... ma verso sera è migliorato.
Fitte come se piovesse e crampetti a go go.
Sintomi che non vogliono dire niente ma che se ci sono ti rincuorano.
(lo so, l'ho già detto... giusto per ribadirlo)
Il 5 pt ancora fitte sparse qua e la, alcune fortissime da togliere il fiato. 

E poi calma.
Dal 6 pt i sintomi mi hanno abbandonata.
Niente.
Sto da Dio.
Bene no?
Noooooooo!!
Rivoglio i miei doloretti! rivoglio i sintomi che non vogliono dire niente...
uff

Certo che questi giorni ti mandano in paranoia eh?

Penso ai nostri due "concentrati di amore" e sospiro.

Che difficile che è...
Resistere, devo resistere.

ps. la vignetta si ispira a fatti realmente accaduti ;)




domenica 25 maggio 2014

Transfer

Ieri era sabato, un bel sabato di sole e cielo limpido.
Una giornata perfetta.

Al colloquio prima del transfer, ci siamo arrivati ancora carichi di pensieri e paure.
Ma anche fiduciosi ed entusiasti di procedere.

Ma ora un po' di dati tecnici:
- i 4 ovociti prelevati erano tutti maturi
- 1 ovocita scongelato, vitale 
- gli spermatozoi da microtese, dopo il passaggio in centrifuga (un risveglio un po' brusco poverelli) sono risultati motili
 - sono stati inseminati tutti e 5 gli ovociti, ma solo 2 si sono fecondati
Ecco quest'ultima cosa mi ha lasciata un po' così :(
Come mai solo 2? gli altri che avevano? nessuno ci ha detto niente... la natura fa le sue selezioni.

Per noi sono 2 concentrati di amore.



Il pancino era un po' dolorante, dal pick up così vicino, e non é stato simpatico l'ecografo schiacciato sulla pancia..con la vescica piena!!! Ma tutto sopportabile.
Poi il transfer é stato tranquillo.
C'era un monitor dal quale si vedevano ingranditi il vetrino della biologa, i 2 embrioncini e l'ago che li avrebbe aspirati.

Li ho guardati intensamente e mi sono sembrati perfetti.
Sono loro, una parte di me e di lui, uniti e mescolati.
Mi sono commossa.

Adesso riposo e coccole.
Ne approfitterò più che posso ;)

Grazie per i vostri pensieri. Li ho letti tutti prima di entrare al centro.
Mi avete scaldato il cuore.

Sappiate che i prossimi giorni potrei dare segni di squilibrio mentale. Siate comprensive :D

Una meravigliosa domenica!!
Bia*






venerdì 23 maggio 2014

Il momento in mezzo...

Sono 2.

Mi ha appena chiamato il centro, per dirmi che si sono fecondati 2.

Sono agitatissima, mi tremano le mani e mi trema il cuore...

Stavo facendo questa vignetta sulle condizioni del mio pancino, post stimolazione.. giusto per distrarmi un pochino... in attesa di ricevere LA telefonata.

Ora lo so.

Ieri mi avete pensata tanto, l'ho sentito!
Il pick up è andato bene, mi hanno prelevato 4 ovociti.
Subito ci sono rimasta male, perchè di follicoli erano decisamente di più.
Poi mi son detta, che 4 non è tantissimo si.. ma nemmeno pochissimo, no?


Ci sono mille incognite, quindi non è detto finchè non è detto.


C'era Mega gine al pick, forse ha selezionato già i migliori?
E' stata di una dolcezza incredibile e mi ha aiutato ad affrontare la paura di quel momento.
Poi però non è venuta lei a comunicarci l'esito.
E soprattutto non ci è stato detto se quelli prelevati erano tutti maturi, ma solo che erano 4 +1 ovocita congelato dal pick scorso.
Eravamo un po' preoccupati, e vista la stanchezza anche un po' giu.
 
Comunque, 4+1.
Quali sono quelli che oggi sono rimasti in 2?
Quante pailettes sono state utilizzate?

Non so niente.


So solo che domani li andremo a prendere.
E che il mio cuore ora è ricolmo di gioia.

Ora lo so.
Loro sono la, il miracolo è iniziato e spero con tutta me stessa, prego con tutta la mia anima imperfetta, che continuino a vivere.

Grazie per essere qui accanto a me.
Bia*

mercoledì 21 maggio 2014

Il momento prima...

Domani ore 9 ho il pick up.

In questo momento sono sul divano sdraiata, la pancia mi fa un po' male, le ovaie soprattutto,  la dx precisamente.

Ho paura, un fastidio così non l'avevo mai sentito prima. 
Oggi ho fatto pochi passi, sono stata a riposo, ma mi chiedo se non ho esagerato i giorni scorsi...


Ieri mi ha chiamato una gine dal centro (non Mega gine) per dirmi di non fare il gonasi alle ore 21.

Momento di panico.

Come? Perché? Oddio...
Mi dice di stare serena che i valori sono nella norma (fatti lunedi mattina però) ma che preferiscono stare tranquilli e procedere in modo diverso..
Quindi cambio di programma: niente gonasi, al suo posto 2 fiale di fertipeptil.
Poi il giorno del pick, consegnare il gonasi all'infermiera, che mi fara l'iniezione.

Ovviamente ho fatto mille domande alla povera dott.ssa che ha deciso di chiamare me.
E ovviamente sono andata un po' in paranoia.
Ma da quel che ho capito il fertipeptil dovrebbe tenere sotto controllo di piu il rischio di iperstimolo, rispetto al gonasi che forse aumenta troppo gli estrogeni.


Ho diverse paure in qsto momento. 
Ma ora di paura ce n'é una nuova...l'iperstimolo e la mia salute.
Starò piu ferma che posso e continuero a bere acqua e il mio gatorade.
E soprattutto mi farò coccolare dal mio Amor.


Domani, se vi va, pensatemi.

Un abbraccio *

domenica 18 maggio 2014

Il super potere degli ormoni

E' la prima volta di tutta la mia vita stimolante, la prima volta dico, che nessuna gine mi ha parlato di stoppare.
Lo dico sottovoce, ma pare si proceda benino...
Domani ho forse, l'ultimo monitoraggio.

Sto facendo il Meropur, come sapete, quindi un nuovo farmaco. Sarà grazie a lui?
O forse a queste dosi che per me sono da cavallo, mai fatte prima...
Ho iniziato con 150 ui, e poi in concomitanza con il tanto odiato cetrotide, sono passata a 225 ui (ho sempre inizato con 75/85 e finito al massimo con 150)

Mi tremava la mano mentre facevo quella dose lì.
Eppure....

Eppure al monitoraggio successivo all'iniezione di Cetrotide,
...quello in cui di norma mi viene detto, "guardi... è meglio se ci fermiamo",
...quello in cui i miei follicoli fanno un bel salto indietro
... niente, mi hanno detto "Tutto bene!"

Tutto bene!!?????

Ma comeeeee!???
Non sono preparata a tale evenienza sconvolgente O_o


Quindi per ora,
...i follicoli non sono regrediti alla vista del Cetro,
...nessuna traccia di iperstimolo
...io sono abbastanza happy (ma sottovoce eh) e la speranza comincia a riaffiorare


Visto che non mi sono mai sparata tale carica di ormoni nel mio corpo, sto sperimentando un'energia un po' strana! Credo che molte tra voi mi capiranno... almeno spero ;)

Mi sento carica come una molla, pronta per scalare i monti o sollevare la luna... ma in realtà solo.. internamente! fuori sono peggio di uno straccio.

Ma chissenefrega no? un altra esperienza stimolante ;)

Un SUPER weekend a tutte!
Bia*


venerdì 9 maggio 2014

Come la prima volta

Manco da tanto.
Ho avuto bisogno di svuotare la mente e riempirla di vita normale. E poi ho lavorato un sacco.

Ma ieri ho iniziato.

In quel preciso momento vi ho pensato... ormai siete parte di me e ho bisogno di condividere con voi questo momento.
Queste foto sono per voi, le ho fatte scattare dal mio Amor (proprio lui) e per noi, per fissare nella memoria questo momento iniziale... che per tante volte lo si faccia... è sempre come la prima volta!

Il Meropur non è la penna Gonlaf, è un po' più complicato da fare. L'infermiera e il piccolo chimico che sono in me sono entrati in azione con professionalità e precisione e... ce l'abbiamo fatta, nonostante qualche piccolo momento di panico (altamente vignettabile!!! magari per la prox volta ;))


Mi ascolto dentro e non sento grandi emozioni.
Entusiasmo?....gno.
Rifiuto?.... gno.
Speranza?... gni.
Paura?... un pochino ma nn come credevo.
Insomma sono sul "vuoto dentro" nè in senso positivo nè negativo... sarò normale?
ma fuori sembro normale eh... insomma normale, normale non credo di esserlo mai stata in generale :D

Ecco il treno è partito e io sono sopra. Chissà dove mi porterà.

Un meraviglioso weekend a tutte!
***

ps. stavo dimenticando, la ciste ovarica è saldamente incollata al mio album fotografico ;) ma se n'è andata dopo un bel mese e mezzo di pillola!



martedì 15 aprile 2014

Pasqua & Pollice Verde

Il tempo scorre, i giorni passano, qualcuno bene, qualcuno un po' meno, in una pseudo normalità che sa di attesa.. ma che finge di non esserlo.

Sto cercando di aspettare senza farlo vedere, con nonchalance.. soprattutto nei miei confronti.
Non voglio vivere in una continua attesa, di un momento che pare non arrivare mai... o che comunque ha i suoi tempi e che, ormai si è capito, per la sottoscritta sono luuuunghi.

Insomma sto facendo finta...di vivere una "vita normale"!
Ho ricominciato a fare sport e mi sento davvero bene!!
Ieri mi sono fatta una corsa di 7 km, era tantissimo che non correvo più... infatti oggi ho le gambe rotte ;)

E' bella la primavera, questi giorni sono pieni di promesse e io li adoro.
Ma cerco di prendere quello che la vita mi da... adesso.
Anche se la mia mente non smette mai di sognare.


Per ora, bisogna stare ancora tranquille. Lasciare che questi giorni e la pillola che sto prendendo, facciano il loro dovere, riassorbendo la mia ciste. Ce la faranno? Mah...

Nel frattempo, voi amiche state andando avanti nei vostri percorsi, e non vi perdo di vista, anche se resto qualche passo indietro.

Vi lascio con una stupidata delle mie, una riflessione di alto livello filosofico sul concetto di ospitalità ;)

Una felice Pasqua a tutte voi!!!
Bia*




sabato 29 marzo 2014

Celo, celo, manca

In questi giorni mi sono presa una pausa, dalla pma, dai pensieri sulla pma, dalle decisioni sulla pma...
Avevo bisogno di staccare completamente ed è servito a rilassarmi e a vivere in modo più spensierato.
Ma non ho mai perso di vista le mie amiche di blog, questo mai ;)

Comunque questa parentesi spensierata, si deve interrompere prima o poi no?
qua bisogna andare avanti!!

Ieri ho fatto l'eco con la mia Mega gine, gli accordi erano (per chi non si ricorda le puntate precedenti) che se andava tutto bene, si ripartiva subito subitissimo.
Ma io su questo subitissimo non ero tanto convinta. Forse tutte queste stimolazioni e pick ravvicinati... non sarà troppo?
aspettare un altro mese o non aspettare un altro mese? questa era la question.

Beh il destino ha deciso per me.
Ho una cisti ovarica sull'ovaio sinistro.
Quello che nella stimolazione precedente aveva scioperato completamente.

OOllè.

Mega gine mi ha tranquillizzata, dice che si dovrebbe riassorbire da sola in un mese.
Per precauzione prenderò la pillola.
Ma non sono uscita triste dal suo studio, no.
Perchè no?
(magari perchè avete già guardato la vignetta e pensate che sia per la felicità di completare l'album....beh in effetti...)

Perchè se davvero si aspetterà solo un altro mese, forse le mie ovaie mi ringrazieranno per un po' di riposo. Non è che posso fare una stimolazione e un pick, un mese si e uno no e non avere conseguenze.

E poi la Mega gine è stata speciale.
Ero pronta ad un po' di quella freddezza professionale, che passato un po' di tempo, credevo avesse già ripreso nei miei confronti.

E invece no. E' stata calda e gentile.

Con tutte 'ste batoste questa gentilezza mi scalda il cuore.

Un meraviglioso weekend a tutte :)
Bia *




martedì 4 marzo 2014

Ultimo di carnevale

Oggi è martedì grasso, l'ultimo giorno di carnevale.. giorno perfetto per un po' di leggerezza.

Questo è quello che mi serve in questo periodo.
Leggerezza, spensieratezza... una bella maschera e via!

Mi sto sforzando di non essere sempre lì con la testa.
Sempre lì a pensare come programmare questi giorni di attesa...

devo chiamare il centro e fissare la data dell'eco
   inziare a fine marzo o a fine aprile?
      fare gli esami mancanti.. tampone.. pap test...

Caccio via questi pensieri, come farei con la sveglia che suona per sbaglio una domenica mattina, schiacciando nel buio un bottone a caso e con forza, e godendomi il lettone ancora un po', con quell'espressione un po' trasognata.

Sono pazza lo so, faccio dei paragoni strampalati, ma è cosi che mi sento.


Stasera ci sarà una festicciola di carnevale e farò del mio meglio per essere leggera e divertirmi.
Indosserò la maschera di una donna che non c'entra niente con la pma.
Stasera come una ceneretola di carnevale, sarò una pin up spensierata... almeno fino a mezzanotte ;)

Smack a tutte voi!
Siate pazze eh.. (almeno fino a stasera)




sabato 22 febbraio 2014

The versatile Blogger Award

Metti un giorno triste, che piove o che c'è il sole ma sei triste uguale.
Metti che un giorno così scopri che c'è un premio per te. Qui.
Il sorriso torna.

Poi qualche giorno più tardi.. scopri che c'è nè addirittura un altro. Qui.

Torna pure la voglia di sorridere al sole. Ehhh potere dei premi :)
Non saranno gli oscar, per carità... ma a me hanno addolcito quei giorni un po' amari.


Quindi splendide fanciulle  ElisabethB, con il suo bellissimo blog Il diario di Lizzie e Alessandra, conosciuta da poco, con il suo blog Tiritopettotopino
GRAZIEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!




Ora passo ai miei "doveri", cioè:
1. Elencare 7 cose su di me
2. Elencare 15 blog a cui donare il premio
3. Avvisare i premiati
4. Ringraziare il blogger che mi ha premiato
5. Inserire il bannerino

Ora visto che il 5 e il 4 sono fatti, passo al 1.
 .....oddioooooo non so che dire. ci provo.

 Sette??
...vabene vabene. ci provo.

uno. vivo con la matita in mano, a volte nei capelli.
due. adoro i miei due cani tanto che mi sembra siano usciti dalla mia pancia.
tre. sono vegetariana
quattro. non sopporto le persone ipocrite
cinque. ho sempre la valigia pronta, destinazione ovunque
sei. adoro un buon libro, un buon film, una amica al mio fianco, una passeggiata nella natura (in ordine sparso)
sette. vorrei tanto sentirmi chiamare presto mamma

Devo dire che quando inizi sembra difficile, ma poi ci si prende gusto eh... siete fortunate che avevo scritto la numero sette per prima.. quindi alla sei, ho dovuto fare un elenco unico :D eheheheh


Ora devo fare quella che sale sul palco, aprire la busta, e dire "the winners are..."
Posso almeno immaginarmi con un vestito da urlo? ok grazie, fatto.

Ehm ehm... (mi schiarisco la voce)
(ho una scollatura pazzesca, ve lo dico..)
I premati, in ordine assolutissimamente casuale, sono:

- ILARIA, una ricercatrice che mi sembra ormai di conoscere... con il suo blog Lungo il vettore

- Mamma che pazienza, abbiamo iniziato il blog quasi in sincronia, una ricercatrice che in questi giorni ha avuto la tanto attesa e meravigliosa notizia...

- ZIALETTA, una ricercatrice stupenda che ho avuto il piacere di consocere di persona, con il suo divertentissimo blog Ognuno è artefice del proprio destino

- ELLIE dolcissima ricercatrice, che ora dopo l'intervento, finalmente l'aspettano tanti giorni di ammmoooreeeee per coronare il suo sogno ;) con il suo blog Cicogna ti sei persa

- Il frutto della passione, una persona speciale, un blog semplicemente meraviglioso.

- Sfolli, una ricercatrice che ho iniziato a leggere tanto tempo fa, leggera e profonda insieme nel suo blog UnoNessunoCentomila

- La Princess, dall'ironia unica con il suo blog Diario di una Princess e del suo umile servo intelligente


Buona serata!

Finalmente...

Lo so, sono stata un po' in letargo in questi giorni.
 Ma ne avevo bisogno, di prendere un po' le distanze, di distrarmi ...e dormire.. e rilassarmi... 
e ...behhhhhhhh sì lo ammetto...
mi sono pure tolta qualche soddisfazione!!

Buon sabato :)


venerdì 14 febbraio 2014

Sole

Oggi è tornato il sole, dopo tanta pioggia ci voleva.
Pure l'umorismo sta tornando...

Ascughiamoci le lacrime insieme.
Buon venerdì :)


 

martedì 11 febbraio 2014

Pensieri sparsi

Il pick è andato male, l'ovulazione era già avvenuta.
Nonostante i vostri magici pensieri, forti che li sentivo sulla pelle.. nonostante ci credessi tanto..
nonostante tutto è andata così.

Fine della 5^ stimolazione.
Mai come ora il titolo del mio blog mi appare così azzeccato.

Ora toglietevi quello sguardo triste per favore, fatelo per me.
Certo sono triste ma non mi sto disperando come pensavo.
Forse c'è uno stadio che va oltre la tristezza?
Se ascolto in silenzio ciò che provo sento solo una gran voglia di pensare ad altro.
Di riprendermi quella vita che per un po' ho messo da parte, una vita dove non so cosa sia l'estradiolo o il la dimensione giusta dei follicoli e lo spessore dell'endometrio.


Ma voglio raccontarvi, perchè c'è un'altra cosa che è successa.
Una dolce carezza che non credevo più, oramai, di ricevere. E invece...

Sabato sera ho sentito un dolore sordo, pulsante all'ovaio destro. Poco prima di fare il gonasi mi sono fatta un gran pianto tra le braccia di Amor.
Sei in paranoia dai..
Le sue parole sarebbero state anche le mie, se non fosse che dentro di me avevo sentito che era tutto finito. La pancia si era sgonfiata, la sensazione di fastidio svanita.
Ieri sono andata al pick già con questa convinzione, ma anche con una punta di speranza.

C'era Mega gine al pick, ero la prima.
Mi saluta e mi chiede come sto. Insomma... dico. Mi fa un eco per scrupolo, resto in apnea e non chiedo niente (paura codarda paura). Da ordini di prepararmi che il pick si fa.
Qualche ora dopo mi ha detto che si era già resa conto dell'ovulazione avvenuta, ma che c'erano ancora 2 follicoli piccoli nei quali riponeva un po' di speranza e ci ha provato.

Segue attesa interminabile, finalmente Mega gine viene in stanza a darci le dimissioni.
Le cose che mi ha detto e il modo in cui l'ha fatto, fanno la differenza su come mi sento oggi.
Poteva dirmi con una semplice e veloce faccia triste che era andata male, dirmi di rimettermi in lista e tanti saluti. Ma non l'ha fatto.

Si è seduta sul mio letto con una faccia che non le ho mai visto.
Evidentemente è stato un fallimento anche per lei.
Perchè questa volta mi ha seguita, è stata presente. Dopo tutte le mie insistenze, i miei inseguimenti per i corridoi... mi ha seguita sempre lei. Ma è andata comunque male.

Le sue parole sono di sconcerto, perchè con i miei valori ormonali non riesce proprio a capire tutti questi fallimenti. I miei valori sono di una donna che è a rischio di essere stimolata troppo.
Sulla carta di ovociti, ne produrrei fin troppi.
E invece non c'è una stimolazione che sia andata bene. Anche quella in cui sono riuscita a fare pick e transfert,  dice che non è stata ottimale secondo lei.

Le ho chiesto di dirmi chiaramente se ho una patologia, se ho qualche problema.
Mi ha detto di no, ed è proprio questa la frustrazione.

L'inghippo è proprio l'incongruenza con quello che i miei esami riportano e quello che invece sono realmente. Sembro semplice ma non lo sono, sembro da stimolazioni blande ma non è cosi.
Ma è possibile?
Io è da molto che non capisco il loro trattarmi con i guanti di velluto, con tutte queste paure di andare in iperstimolo, quando il mio estradiolo è sempre stato dentro i range, quando poi al pick arrivo (se ci arrivo) con poco e niente.

Ma non sono un medico e meno si sa, più si hanno certezze.

Ci ha fatto una proposta.
Alla luce del fatto che il nostro è un caso grave di infertilità maschile, al limite, con rarissimi spermatozoi da microtese, e con 4 stimolazioni senza esito da parte mia, mi propone di riprovarci ancora una volta. L'ultima mi dice.

Proverebbe ad aumentarmi decisamente la dose, basta 75, 87.5, si parte con 150 ui.
Magari si usa pure il Meropur (anzichè Gonalf) ma su questo ci deve riflettere, perchè non si usa con "quelle come me".
Dovrò usare il cetrotide (mi guarda di sbieco mentre lo dice), e aspettarmi un iperstimolo.
Quindi non un transfer.
Fare di tutto per recuperare il maggior numero di ovociti possibili, che da "una come me" ci si aspetta e non congelarli, come direbbe la legge 40, ma fecondarli subito e congelare gli eventuali embrioni in 2^ giornata. Dice che nel nostro caso, a questo punto, la legge lo consente.



Dice anche di pensarci, che se me la sento possiamo ripartire subito.

Tutta questa discussione è durata un'oretta.
L'ho sentita vicina come non mai. Ho sentito che davvero questa volta ci metterà tutta se stessa.
E questo mi ha fatto bene, questo ha fatto la differenza.
Ci siamo abbracciate, cosa mai successa, e promesse di sentirci per la data che deciderò.

Certo poteva darmi ascolto 2 stimolazioni fa, poteva provare a cambiare le cose prima.
Ma tant'è...

Non ho voglia di riprovarci subito... lo so ho appena compiuto 38 anni e se penso a quando ho iniziato e a come è volato il tempo, rabbrividisco e mi viene fretta.
Ma voglio aspettare un po', almeno fino ad Aprile, .. farà differenza un mese?

Sono certa che la differenza (in positivo) la farà per il mio corpo e la mia mente che ha bisogno di respirare.

 

venerdì 7 febbraio 2014

PICK UP

 Lunedì pick up!

Il monitoraggio è andato bene, i follicoli sono pronti, l'endometrio è bello, e i valori dell'estradiolo non fanno pensare ad un'ovulazione spontanea imminente, parole di Mega-gine.

Sono felice, ma non troppo.
Ecco ti pareva che fossi serena e tranquilla? neeeeee
- paur-issima di ovulare prima
- triste perchè l'ovaio di sx non ha prodotto niente
- paura che i follicoli maturi siano troppo pochi per scongelare le pailettes da microtese

Detto questo, devo dire che rispetto alle altre, questa è stata una bella stimolazione, forse con il senno di poi, potevano alzarmi la dose ancora un po', hanno una paura matta dell'iperstimolo ma alla fine mi ritrovo con pochissimi follicoli...

Il mio ovaio sinistro, che infondo ha un certo definito orientamento politico, si è fatto un bello sciopero! Niente, nada, nessun follicolo si è ingrandito.
Quindi quello che ho è solo grazie all'ovaio di destra.
Ho 3/4 follicoli maturi (dai 19 ai 15) poi tantissimi sui 11/9 e inferiori.
Stasera ho un'altra dose di Gonalf (sempre 125) e domani farò il Gonasi.
C'è qualche speranza che questi diventino piu grandi? Mega gine dice di no.
Quindi non mi resta che sperare che almeno quelli recuperati (se-non-ovulo-prima) siano buoni.


Certo che una delle mie ovaie non facesse proprio niente..non mi era mai successo.
Imputo il fattaccio al pick up di dicembre, troppo vicino forse.
Proprio da quell'ovaio è stato preso l'unico ovocita recuperato, il mio MONOCITA, che ora è ibernato in attesa di lunedi.
Quella stimolazione lì, quella di dicembre è stata un disastro, dopo 1 mese di pillola mi hanno dato dosi bassissime che le mie ovaie nemmeno se ne sono accorte.
Risultato un sacco di follicoli piccoli e solo 1/2 maturi e malmessi.

Mi hanno fatto fare lo stesso il pick, con risultato il Monocita prelevato.
Per questo mi hanno fatto ricominciare subito.  Per pietà.



Insomma il bottino non è molto, si poteva fare di più!
Ma che ci posso fare??
Voglio essere contenta, voglio crederci perchè almeno ci posso provare!!!
Ma ci sono ancora mille incognite e solo la stanchezza mi impedisce di redigere un elenco dettagliato delle sfighe che possono ancora catapultarsi su di noi.


Dunque nelle prossime ore, seguiranno paranoie a go go.
Ovulerò prima del pick? gli ovociti saranno troppo pochi? etc. etc.. questo non è niente...
Ma potrebbe essere che tutta quest'ansia e questo stress non facciano poi cosi male.

Il mio obiettivo, la mia strategia primaria è cercare di non ovulare nel weekend.

Ma come si fa? Ho letto che lo stress può "aiutare" a ritardare il ciclo, quindi anche l'ovulazione.
Oppure "aiuta"sentirsi in pericolo di vita.. sensazione che provocherebbe un blocco e quindi un ritardo nell'ovulazione.
Che dite faccio bungee jumping?

Per lo stress potrei incaricare il caro maritino che sono certa, riuscirebbe brillantemente...


accettasi consigli grazie :)



ps. vi ringrazio tutte quante per i vostri pensieri, incrocini, sbilanciamenti e incoraggiamenti!
Felicissimissima per Sfolli! Princess come è andato il monitoraggio oggi? mammachepazienza aveva il pick...facci sapere! in bocca al lupo a tutte noi *




giovedì 6 febbraio 2014

Di Paure e di Amicizie

Ci risiamo domani un'altro monitoraggio mi aspetta.

Ovviamente la paura è tanta e le domande che mi pongo sempre quelle.
Ma non posso avere il controllo su tutto e ...come saranno i miei follicoli domani, non dipende da me.

Siete state così brave mercoledì, mi avete pensato così intensamente che tutto è andato per il meglio,
siete state voi.. ne sono certa!!!


Mercoledì ero agitatissima, poi quando la Mega-gine (ebbene sì mi ha visitata lei!!) ha messo il guanto all'ecografo vi ho pensato e mi sono rilassata un pochino (ma solo un pochino lo ammetto).
I follicoli erano della dimensione giusta, l'endo pure, gli esami ormonali anche.
La Mega gine era soddisfatta. Io ho cominciato a respirare.

E' seguito un momento di riflessione su farmi fare il CETROTIDE o meno.
Ora, non so se qualcuna di voi si ricorda questo mio problema con il Cetro.

Sto facendo il protocollo corto con Gonal f + il Cetrotide (in teoria). Il Cetrotide è un antagonista, viene dato ad un certo punto della sitmolazione per evitare lo scoppio anticipato dei follicoli.

Mercoledì quel certo punto era arrivato. La Gine comincia a riflettere sui pro e contro.
Il problema è che questo antagonista, per 2 volte mi ha fatto retrocedere i follicoli, cioè me li fa scomparire, tanto da farmi stoppare tutto.

Il rischio c'è in entrambi i casi. CON potrei stoppare di nuovo. SENZA potrei ovulare prima.
Forse lo stop è avvenuto perchè le dosi sono state troppo basse, mi dice.
Eh.. in effeti sto giro pare funzionare perchè mi hanno alzato le dosi.
100 ui anzichè le solite 75 o 87.5, per poi salire fino a 125 ui
Hanno sempre avuto paura dell'ipersimolo su di me, quindi dosi basse che però mi hanno sempre fatto produrre poco o stoppato, appunto dopo Cetro.

Quindi quindi... dopo calcoli e riflessioni la Mega gine decide che proviamo SENZA
Visto che il più grande è di 16 mm e sarebbe già tardi per il Cetro (si prende da quando è a 14) rischierei comunque, quindi tanto vale.

Bel rischio però.

Ma a me andare al pick tranquilla non piace, infondo è una noia senza questo brivido!
Sempre che ci vada...


Per il momento la mia paura è tutta concentrata su domani.
Se domani i miei follicoli non mi hanno abbandonata, avrò tutto il weekend per rompervi le scatole con le paure successive.

Mi pare di non sentire più lo stesso indolenzimento alla pancia... e se non ci fossero più? O.o

Ora mi servirebbe proprio della nutella.
Però visto che sono a dieta, mi auto-infliggo pure questo sacrificio...e mi limito a sognarla.

In bocca al lupo a tutte noi!!!
Notte e sogni d'oro***

 



martedì 4 febbraio 2014

Eco terrore

Domani ho il secondo monitoraggio e ho una fifa blu.
Domani ci sarà la mia Mega-gine? cosa mi dirà? i miei follicoli come saranno?

Non ho nemmeno il coraggio di scrivere cosa mi passa per la testa..

Pensatemi un pochino.
Buona serata!

ps. nel mio centro, usano mettere i guanti usa-getta all'ecografo tipo profilattico ;) fighissimo eh


martedì 28 gennaio 2014

Si parte con la stimolazione!


Eccomi qui con il resoconto della giornata.

Mi cala la palpebra.. ma devo assolutamente condividere con voi questo momento.

Avete presente quando ti aspetti il peggio del peggio e invece si rivela tutto il contrario?
ecco oggi è andata cosi.
E' andata che.. INIZIO STASERA!!!!!!!!!!!!!
Cioè stasera, cioè adesso, ommioddio!!!!!


Pensavo di dover lottare per inizare almeno a Marzo, visto che ormai non ho più fiducia nelle promesse fatte.. e invece la Mega-gine è stata di parola!
Ma facciamo un passo indietro.

Stamattina mi sono svegliata all'alba per essere al centro per l'eco.
Essendo un centro pubblico, ogni volta ti visita un ginecologo diverso, non puoi scegliere.
La mia preferita è Mega-gine. E' da lei che vado quando sono sul disperato... e siccome è Mega, molto spesso è impegnata.
Seduta ad aspettare il mio turno, mi leggevo il mio libro. Mega-gine mi vede e mi rassicura che mi avrebbe vista lei.
Uau. stupore e sorriso mi si dipingono in volto.

Arriva il mio turno, in un nano secondo pim pum pam, sono in posizione (come solo noi sappiamo fare, alla wonder woman).
Mi visita.
Intanto cerco di preparami ad una brutta notizia, o ad un problema.
Ultimamente è sempre così, quindi ormai ci sono abituata.
 
Invece mi dice che i follicoli sono tanti, come sempre essendo micropolicistica, ma omogenei.

Quindi si parte.

Rimango con quella faccia di chi non ha capito proprio una mazza, ma la mia testa non smette di dondolare.
Sì sì...

Segue un breve consulto con l'altra gine presente in stanza, con escursus storico delle mie 4 stimolazioni passate. Decidono che è come se fosse il mio 2^ tentativo, visto che solo 1 stimolazione è andata dritta al transfer.

Io le ascolto, ma ancora non connetto.

Alla fine deliberano:
inizierò stasera, con la mia 5^ STIMOLAZIONE.


Il protocollo sarà più o meno lo stesso.
Protocollo corto, Gonalf e come antagonista il Cetrotide
L'unica differenza, mi ha alzato appena le dosi, anzichè partire con 87.5 partirò con 100 di Gonal f.
Poi si deciderà se usare il Cetrotide, che su di me non ha un bell'effetto.
Cose facili per me... nessuna, grazie. Pure il cetrotide che cn me nn funziona.


La Mega-gine cerca di rassicurarmi dicendo che è questione di tarare la stimolazione anche di poco. E che ogni volta posso reagire in modo diverso.
Ma se vorrano farmi il cetrotide dovranno legarmi!!!!

Prossimo monitoraggio Venerdi.


Uscita dal centro mi sono diretta in farmacia. La solita farmacia a due passi dal centro.
Uno sguardo con il commesso..."Il solito grazie" ;)


Sono emozionata e sono pure sorpresa.
Forse anche un po' più speranzosa.
La sfiducia lo so si farà sentire domattina, quando i miei neuroni riprenderanno a funzionare.

Sarà questa sorpresa.... sarà la stanchezza... non lo so.
Magari è solo un falso buon inizio, ma voglio provare a seguire questo sentimento positivo.
Per stasera me lo concedo.


Ora vado a fare il primo buchetto della 5^ serie.
Notte ***

© copyright Bianca vita stimolante




domenica 26 gennaio 2014

Una ferita guarita

Oggi siamo andati a trovare i nostri amici,
quelli che hanno appena avuto un bimbo,
quelli che ci hanno lasciato ultimi nella classifica "coppie di amici senza figli",

quelli per i quali mi ero preparata la settimana scorsa con dosi adeguate di cioccolata
.....e poi un raffreddore pazzesco ci ha impedito di andarli a trovare in ospedale.

Ma oggi siamo andati da loro 3... non è andata male.

Loro sono come noi, cioè sono molto simili a noi. Piu o meno stessa età, stessi interessi.
Infatti insieme facevamo molte cose.

Anche loro aspettavano un bimbo che non arrivava... non ne avevamo mai parlato apertamente, ma noi lo sapevamo, lo avevamo intuito da certi discorsi, certe parole dette un po' così.
C'abbiamo le antenne noi ;)
Intuivamo anche che non avevano mai approfondito la cosa, che aspettavano,  del tipo "se arriva, arriva".

Poi una sera NOI abbiamo fatto outing.

Dovete sapere che del nostro percorso pma non lo sa nessuno, tranne i nostri genitori e un paio di mie amiche.
Il motivo per cui abbiamo deciso di non dirlo in giro, non è legato alla vergogna o altro... ma è una protezione. Lo so non dovrebbe essere cosi, se tutti noi ne parlassimo di più sarebbe senz'altro meglio.
Ma l'idea di affrontare tutto questo con le persone piu disparate che ti chiedono in continuazione aggiornamenti non me la sono sentita in primis io.
Quindi abbiamo sempre risposto alle classiche domande "ma voi un figlio?" con le classiche risposte evasive.

Ma una sera con loro, forse per una sorta di empatia abbiamo deciso di "confessarci".
Anche perchè non ci andava di continuare a mentire sul perchè non potevamo uscire in bici o fare una ferrata in montagna insieme.

Non ve lo sto raccontando perchè sono pentita di averlo fatto.
Ma ho bisogno di farlo per farvi capire quanto delicato è stato questo incontro, questa prova.

Quando condividi una sofferenza, come quella di non poter concepire naturalmente un figlio e di dover ricorrere alla pma per poter sperare di averlo... beh esponi la tua ferita.

E' un atto di fede, fede in un'amicizia.
Non tanto per la paura che non vadano a spifferare in giro i fatti nostri...  quanto perchè abbiamo riposto nella loro sensibilità la tua nostra più intima ferita.
 

La sera dell'outing abbiamo scatenato una discussione tra loro. Non davanti a noi, ma dopo.
Mentre lo raccontavamo, della scoperta dell'azoospermia dopo il tumore, del nostro sconforto per dover superare ancora un'altra prova difficile, della microtese e della speranza che avevamo ora... leggevo nei loro occhi un sincero dispiacere per noi, ma anche certe occhiate tra loro.

Per poi darci questa risposta: " beh..... siete bravi!"
All'epoca mi aveva dato pure fastidio, bravi de che!!?? è una necessità!
certo ci sono altre strade, per carità, ma non piu facili di questa.


Cosa significava, questo "siete bravi" l'ho capito dopo, una sera parlando da sola con lei, che per la prima e unica volta si è aperta su questo aspetto.
La paura di dover intraprendere un percorso medicalizzato pure loro, li ha portati a reagire cosi, come a dire.. a noi no! a noi non puo capitare... se arrivano bene altrimenti niente.
Ma lei stava comunque malissimo.


Quella sera le ho parlato con il cuore in mano.
Mi stava mostrando la sua ferita, consapevole che lui non avrebbe voluto.
Le ho spiegato che c'erano altre strade prima di fare quello che facevamo noi, cioè una ICSI, magari per loro sarebbe stato molto più semplice.
Non avevano fatto mai una visita specialistica, nè lui nè lei. La paura li aveva paralizzati.

Quella sera, forte della mia esperienza l'ho spinta ad agire, a non avere paura,  perchè le paura bisogna affrontarla altrimenti poi si trasforma in rimpianto.

Non so cosa sia successo dopo.
Non ne abbiamo mai piu riparlato, nè abbiamo mai accennato alla cosa.


Dopo pochi mesi ci hanno annunciato la bella notizia.

Noi: felicità e tristezza a mille.. tutte mescolate insieme.


Ora quel bimbo è nato, è bellissimo e loro sono bellissimi.

Andare da loro oggi, con il nostro regalo infiocchettato, il nostro sorriso migliore è stato difficile.
Più difficile prima, che durante.

Saranno imbarazzati per noi? penseranno alla nostra ferita? riusciremo a provare una vera felicità per loro?


Sì, l'abbiamo provata. Siamo stati davvero felici per loro.

Non so se è per l'amicizia che ci lega o se è anche perchè hanno percorso come noi un pezzetto di quel sentiero incerto e buio, che ha come meta un figlio.
Provato come noi quell'incertezza che ti fa essere una coppia diversa.


La loro ferita è guarita.
La nostra chissà?


Domani mi preparerò psicologicamente per l'incontro al centro di Martedi.
Ho paura. Paura di un ennesimo fallimento.

Ma il desiderio di accarezzare la testina delicata, le manine minuscole e di sentire il profumo... del NOSTRO bambino...  mi da la forza di andare avanti.

venerdì 24 gennaio 2014

Elenco delle possibilità


Sono giorni di stand-by questi.

Sto aspettando che arrivi martedi per andare al centro, fare la mia bella eco transvaginal-fantastica (uhhh che goduria) e sentire un po' quali sono i loro i piani per me.


Mi aspetto anche di sentire dentro di me, se la fiducia sale, rimane stazionaria o se scende a picco. Ovviamente mi sto preparando psicologicamente per l'ultima ipotesi.

In questo periodo sto cercando di documentarmi sulle strade da percorrere, come alternativa a questa per la quale sono un po' perplessa, cioè rifare lo stesso protocollo.
...direi che dopo 3 stimolazioni su 4 stoppate e non ben riuscite.. ho il diritto legale di essere sfiduciata.

Capire cosa proporre io alla gine (che mi tocca scrivere!), o meglio su cosa insistere, se cambiare da gonal f a meropur... ho sentito che sulle micropolicistiche funziona meglio!
e poi tanti altri interrogativi: se fare dei colloqui nel frattempo con altri specialisti e/o con altri centri.


E se dovesse fallire anche questa stimolazione, capire se cambiare o meno centro, quali problemi potremmo incontrare cambiando, pubblico privato, italia o estero... etc. etc....
Comunque non sono ancora arrivata a grandi conclusioni, anche perchè documentarsi per prendere una decisione è un lavoro di suo.

Ma in questo weekend voglio stare in stand-by, con il tasto pause che lampeggia.
Vediamo un po' come va martedi.

Vi lascio con una riflession-vignetta sul modo diverso di affrontare i problemi che abbiamo noi rispetto ai nostri uomini.
Ditemi che non succede solo a me.
Pliz ;)


© copyright Bianca vita stimolante

sabato 18 gennaio 2014

TOP SECRET


Oggi volevo scrivere un post lungo e descrittivo, per fare un po' il punto della situazione.

Ma ho finito per impiegare quasi tutto il tempo a disposizione per fare il disegno ;)

Quindi vi racconterò un po' e lascierò la parte più lunga per la prossima volta
(fiiuuuùùùù l'avete scampata bella :D)

Se avete letto la mia storia, conoscete il motivo che ci ha fatto conoscere il favoloso mondo della Pma.
Il mio Amor è azoospermico a causa di chemioterapie fatte diversi anni fa.
Sono diversi anni che orbitiamo attorno alla pma, inizialmente visite solo per lui, andrologi, esami...
Ora grazie ad una microtese abbiamo spermatozoi congelati, pochi e rari ma ci sono.

Poi una volta trovata la strada, sono entrata in gioco io e ho scoperto che la parte difficile non era quella appena passata.... che il "gioco" era appena iniziato.

Scopro di avere un fantastico ovaio micropolicistico, un ovaio avventuroso ed anarchico che fa un po' quello che gli pare.

All'inizio non mi interessavo di niente, la prima ICSI non sapevo nemmeno quanti follicoli c'erano, com'era l'endometrio.. niente non mi importava. MI FIDAVO CIECAMENTE.
Ora non mi fido più tanto.



Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti.
Ho appena compiuto 38 anni, a dirlo mi spavento... se penso quanto è volato il tempo...
In tutto sono 2 anni di VITA STIMOLANTE.
Ma solo stimolazioni e niente transfer, niente cova = niente speranza...
Su 4 stimolazioni solo con una sono arrivata al pick e transfer, seppur con difficoltà anche in quel caso.
L'unico mio transfer di 3 embrioncini, che però non sono rimasti con me.

Ho capito che ho bisogno di una stimolazione accurata, ad personam.
E invece continuo a venire trattata nello stesso modo.

Io e il centro abbiamo 2 versioni un po' diverse:
La versione del centro: le sue ovaie sono difficili da stimolare, fanno un po' quello che vogliono. Con la stessa cura può reagire in modo diverso ogni volta. Ergo: usano sempre lo stesso protocollo, o cambiano di pochissimo.

La versione mia: le mie ovaie saranno pure anarchiche, ok non voglio difenderle per forza.
Ma credo di essere trattata sempre come un caso standard e mai con l'attenzione che un caso particolare come il mio necessita.


Mi sento un po' trascurata ..ma non posso cambiare centro (ehh ti pareva facile!!) perchè è quello più adatto per la problematica maschile, a noi serve un laboratorio biologico fichissimo.
E qui c'è.


Comincio a non farcela più.


Sono solo stimolazioni che faccio... sto perdendo l'obiettivo.
Ormai preferirei le beta negative a questo. 

A volte mi sento malata.
Sì, ormai l'iter è quello: ogni tanto mi faccio visitare.. mi faccio qualche puntura, prendo le mie medicine e poi basta, dopo qualche mese ricomincio.
Mi sembra pericolosamente normale tutto ciò.
MA NON LO E'.


Tra poco piu di una settimana ho la visita al centro, dopodichè mi diranno se partirò a Marzo.

Ma il protocollo che mi aspetta è praticamente lo stesso della volta precedente!!!
Sono riuscita ad ottenere, parlando con la gine, solamente che mi alzino un po' le dosi.
Ma niente di più.

Che farò se anche questa stimolazione non andrà bene???????


Mi sento smarrita e confusa.

Ora il tempo delle lacrime è terminato. Vi lascio ai miei disegni altamente SERI. 

Buon weekend galline (doccccccccc) ;)

ps. alla fine non è che sia un post taaaanto corto ehh!!!


© copyright Bianca vita stimolante









mercoledì 15 gennaio 2014

Felicità relativa

Eccomi qua, in versione pigiama (postumi dell'influenza), esultante perchè il centro mi ha fissato l'eco per fine gennaio.
Non credo partirò subito con la stimolazione, ma intanto ho una data... 

La felicità è proprio relativa eh, a volte ci accontentiamo di poco!
baciiii

Grazie per l'ispirazione PIGIAMA STYLE cara  La Princess S.  ;)))))


© copyright Bianca vita stimolante




lunedì 13 gennaio 2014

Oggi ho il RABBREDDORE

Oggi avevo previsto di fare un sacco di cose... soprattutto dovevo chiamare il centro di pma per fissare la mia eco di gennaio. Ma ho un raffreddore terribile da sabato e il cervello in pappa!
Già non è che poverino il mio cervello sia così efficiente, soprattutto il lunedì mattina... ma insomma con questo naso colante e gli occhi a metà.. è un utopia ricordare le cose.
E infatti mi sono dimenticata!! mannaggia!!
Dovrò rimandare a domani... beh forse è meglio così vah.

Quando questo raffreddore spappola-cervellino mi sarà passato, vorrei raccontarvi meglio la mia situazione attuale, il senso di smarrimento che sto provando... e che mi porta a rimandare l'azione (vedi chiamare il centro...che sia stato psicosomatico? O-o)

Beh ora non ce la posso fare, verrebbe fuori un discorso incomprensibile. Infatti spero che riuscirete a capire almeno questo post ;)

ps. sabato sera poi l'incontro con gli amici neo genitori è stato rimandato a causa dei miei bacilli influenzali.
Tutta quella yoga..ehm cioccolata.. sprecata così.
Dovrò rifare tutttto da capo!! eeeh che fatica sarà :P

© copyright Bianca vita stimolante