mercoledì 11 giugno 2014

Risultato

Negativo.

Sono stata in silenzio, scusatemi.
Proprio non ce l'ho fatta, nè a scriverlo nè a dirlo.

Credevo di essere preparata, di avere lo scudo protettivo, invece no.
E' stata una botta dolorosissima.

Tutta questa fatica, la microtese, tutte quelle stimolazioni bloccate, le speranze, le ansie, i pianti... quasi 3 anni sono passati e 2 i tentativi fatti...
E ora? ora siamo daccapo.

Non so cosa faremo.
Le pailettes da microtese sono finite. FINITE.
Avremmo altro materiale, crioconservato prima delle chemio. ma è un casino... ve ne parlerò.


Ho paura che ci sia un game over all'orizzonte.
Ma forse è la tristezza che ho nel cuore a farmi vedere nero.

Non riesco ad affrontare questo dolore, non lo sto elaborando.
Lo schivo.
Lo taglio a pezzettini piccoli illudendomi di poterlo digerire meglio.

Ma sono qua con un groppo in gola che vi scrivo e forse un pezzetto è andato giù.


Sabato partiamo per una settimana di mare e relax.
Ci meritiamo questo regalo e ce lo siamo concessi.

Ora non riesco a trovare una strada per il futuro, ma vi chiedo di aspettarmi.. quando sarò pronta vi chiederò aiuto.

Grazie per i vostri pensieri,
un abbraccio Bia *

18 commenti:

  1. E noi saremo qui pronte ad abbracciarti, a raccogliere i pezzettimi che perderai, ad incollarli e a metterli al sole.

    RispondiElimina
  2. Bianca torna più forte...un abbraccio come lo vorresti tu.
    Kiki

    RispondiElimina
  3. cara, il game over non c'è.
    Guarda me.
    Non mi danno una soluzione. Mi dicono che se voglio fare una PMA la posso fare solo con diagnosi preimpianto, senza non ha senso, ma questa non è una soluzione, è una diagnosi appunto. Cioè potrei avere il risultato che i miei embrioni sono tutti malati e dunque non poterli trasferire.
    Allora? Non mi aiutano con un tentativo naturale, perchè non è eticamente giusto per un dottore, aiutarmi ad avere una gravidanza che ha un 'alta probabilità di interrompermi. Mi dicono che solo l'eterologa, ma questa lo sai, costa dai 6 ai 10mila euro, e io, non li ho.
    E' un game over?
    V'ATTACCATE.
    VOI E LA VOSTRA SCIENZA E LE VOSTRE PROBABILITA'!!!
    ora rilassati.
    poi prendi una decisione.
    Ora no, ora non vale. Sei stanca. E hai tutte le ragioni per esserlo.
    Poi si ricomincia.
    Una soluzione c'è. Io lo so.

    ti abbraccio

    RispondiElimina
  4. Cacchio mi dispiace Bianca....questa vcolta sembrava proprio la volta giusta, e avevate fatto tanto per arrivarci, per qarrivare al protocollo giusto, all'alchemia perfetta...Ora certo che vi meritate la pausa e la vacanza, fate benissimo! Ma poi mi raccomando, tornate in pista: come dice Anna il game over non c'e', o almeno dipende da voi, ma io credo che voi vogliare continuare...non lo so, eh, e' una mia impressione. Ci sono tante srtade da percorrere, sta a voi scegliere quella che fa per voi. Ma prima il mare. Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  5. Non è finita finché non è finita tesoro. Ma adesso non ci pensare, che meritate solo risposo, silenzio e relax. Mi dispiace tanto. Noi saremo sempre qua ad aspettarti.
    Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
  6. Ha ragione la Princess. Detto da chi ha finito! Coraggio Bianca, coraggio. State vicini, tenetevi stretti, dormite abbracciati! Il dolore è una brutta bestia si insinua in modi strani non lo combattere troppo, non lo soffocare. Ti abbraccio

    RispondiElimina
  7. "Lo taglio a pezzettini piccoli illudendomi di poterlo digerire meglio."
    E' così che si fa quando il dolore è troppo grande, hai già gli strumenti per poter andare avanti, sei una donna intelligente e creativa e piano piano capirai il senso di tutto questo e l'infinito significato della parola SPERANZA, che si contrappone a quella piccola e limitata parola SCIENZA.
    Ti sono vicina!

    RispondiElimina
  8. Mi dispiace tanto, questo è sicuro...ma tu il dolore lo stai già elaborando, fidati, per il solo fatto che hai scritto qui, con grande coraggio ed umiltà, mostrandoti per come sei, senza nasconderti e nascondere nulla...ti assicuro che passerà, non ora ma presto avrai voglia di tornare ad essere vitale ed ironica come sempre...datti tempo ed abbi fiducia in te, sei una ragazza forte, dolce e determinata...arriveranno i momenti buoni, di pura felicità!

    RispondiElimina
  9. Ti baci e ti abbraccio in silenzio, Bianca...

    RispondiElimina
  10. Ciao Bianca, capisco quello che stai passando.. ora vedi tutto nero..ma quando recupererai le forze vedrai che una soluzione si troverà, ci sono diverse strade ancora da percorrere. Intanto ti ringrazio per questo blog perchè solo condividendo si può trovare la forza di resistere in questo difficile percorso..solo tra di noi ci si capisce fino in fondo ed io ti sento vicina anche se non ti conosco..Grazie.
    Sonia

    RispondiElimina
  11. Siamo qui finchè non torni....ti abbraccio forte....un pò di vacanza vi farà bene.....

    RispondiElimina
  12. Mi dispiace tanto...purtroppo capisco come ti senti.
    Una tregua comunque fa sempre bene, per raccogliere i pensieri, affrontare il dolore..e tornare, si spera, più combattive di prima.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Mi scaldate il cuore...
    Grazie!
    ***

    RispondiElimina
  14. Dispiace tanto anche a me, anche se ti leggo da poco, anche se non posso comprendere fino in fondo il tuo dolore però anche a me viene da dirti che il game over non c'è....ora c'è la pausa , il mare e un po di relax epr quanto possibile eppoi toprnate in pista! troverete la vostra strada

    RispondiElimina
  15. Cara Bianca, non ricevevo più i tuoi aggiornamenti, ora ti ritrovo e leggo questo post. Mi dispiace tanto..e credimi capisco il vostro dolore. Quello che posso dirti è di prendervi il tempo che vi serve per recuperare energie sul piano fisico e psicologico, poi vedrai che una soluzione la troverete. Adesso non caricarti di troppe preoccupazioni. Cerca di essere fiduciosa. Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  16. Cara Bianca, ti capisco benissimo, esattamente lo stesso sconforto e sensazione di non avere altre possibilità, perché hai fatto tutto il percorso completo, senza intoppi, e quasi ci credi per quei maledetti dodici giorni pt...
    Io non riesco a tirare su la testa, e non voglio non pensarci e fare finta che tanto va bene cposì perchè così non va bene.
    Prendersi una vacanza è la cosa migliore perché ci si allontana da tutti i punti di riferimento costruiti in quel mese, e nello stesso tempo si riesce a comunicare in modo più libero, perché condividere il dolore con il proprio compagno, soffrire, anche piangere insieme, è un elemento di grande forza della coppia, perché si ha il coraggio di scoprire all'altro le nostre debolezze.
    Goditi il tuo lui senza pensare al domani, per un po'
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  17. Bianca non posso far altro che unire il mio abbraccio a quello delle altre, sperando che ti sia di qualche conforto. Mi spiace tanto, ma tanto davvero.

    RispondiElimina